Per investire servono molti soldi?
- Luigi Matarazzo,  12 Apr 2019
PER INVESTIRE SERVONO SOLDI?

Oggi sfatiamo un mito ricorrente che impedisce ai risparmiatori di guadagnare dai propri investimenti.

Quante volte avete sentito dire che per investire servono soldi? 

“Si ma non ho i soldi per investire…”. 

Oppure: “Eh, se vuoi fare soldi in finanza, devi averne molti quando inizi”

Questo bias cognitivo deriva da diversi elementi, tra cui:

- la concezione distorta che abbiamo della finanza
- il pregiudizio nei confronti di Wall Street
- i racconti che abbiamo sentito fin da piccoli
- le notizie e i numeri al telegiornale

Siamo abituati ad eguagliare finanza con operatori finanziari che muovono miliardi di dollari ogni mese, e quindi siamo tentati di abbandonare l'idea di investire immediatamente, giustificandosi dicendo di non avere abbastanza soldi per iniziare.

Non scorderò mai una collega che, quando le chiesi se avesse dei soldi investiti da qualche parte, rispose: 

“Beh, no. Per investire devi avere tanti soldi e io ancora non li ho”

Aveva 40 anni circa. 

Commentai: “E quando pensi di averne abbastanza per investire?”

“Quando avrò messo da parte abbastanza risparmi…”.

Era appena stata in vacanza non so dove.

“…e non puoi investire se non ne hai”

Ora, dopo quel secondo commento mi fermai. Avevo capito che il problema non erano i risparmi e i soldi, ma la sua mentalità. 

Questo pregiudizio, il mito che per investire servono molti soldi, era talmente forte in lei che non contemplava minimamente la possibilità che non fosse corretto. Non era mai stato messo in discussione. 

Se volete sapere la verità, quella ragazza non investirà mai i suoi soldi da nessuna parte, nonostante abbia lavorato per una banca di investimento e conosca l’importanza di investire. Se 15 anni fa le avessi chiesto la stessa domanda, avrebbe risposto esattamente allo stesso modo. Tra 15 anni, a 55 anni, probabilmente mi risponderebbe ancora così.

Ma non volevo fare i conti in tasca a nessuno e non dissi nulla. 

Sono scelte e le rispetto al 100%, ognuno fa della sua vita ciò che vuole. Inoltre, questo succedeva in Inghilterra e in un istituto finanziario importante, dove la pensione è, in linea di massima, “garantita”. Non commentai appunto per questo motivo.

Tuttavia, uso questa conversazione come spunto, perché il mito torna spesso. Provate a chiedere ai vostri amici o ai vostri cari, vi diranno la stessa cosa “per investire, devi avere tanti soldi”.

Io sono qui per dimostrarvi che non è così.


COME INVESTIRE "SENZA SOLDI"

Per investire con successo servono tre cose:

- Un obiettivo di lungo termine
- Una strategia per conseguirlo
- Il tempo adeguato per realizzarlo

Vedete scritto: “un’ingente somma di denaro”?

Non è così. I soldi ovviamente servono, sono lo strumento che usiamo per investire e ovviamente più ne hai, più risultati puoi ottenere. 

Tuttavia, puoi investire anche se non hai molto sul conto corrente, a patto che tu abbia almeno una fonte di reddito che sostenga le tue spese necessarie.

Se non hai una fonte di reddito, il tuo focus dovrebbe essere sul cercarla, piuttosto che pensare ad investire. 

Se invece hai un normale stipendio, o ti entra un qualsiasi tipo di flusso di denaro mensilmente, puoi e DEVI iniziare ad investire. 

Come? 

Fai un budget tagliando ciò che non ti serve e calcola quanto riesci a risparmiare ogni mese. Inizia mettendo soldi nel tuo fondo emergenza, questo è molto più importante che investire. Devi avere dei risparmi per poter far fronte alle tue necessità e delle spese improvvise.

Quando avrai accumulato abbastanza denaro per il fondo emergenze, inizia ad investire quella stessa somma che versavi nel fondo ogni mese in un piano di accumulo del capitale (PAC) e trasferisci i tuoi soldi in questo nuovo fondo di investimento appena ti arriva lo stipendio.

Investendo così, avrai i seguenti benefici:

- Comprando e vendendo sia a prezzi alti che bassi, nel lungo periodo il rendimento regredisce verso la media, annullando l’effetto della volatilità

- Non investirai tutti i risparmi in una sola operazione, che richiede analisi approfondite, il giusto “timing” e una dovuta preparazione emotiva

- Investendo appena ti arriva lo stipendio mensile, invertirai la tendenza a "risparmiare ciò che rimane dello stipendio" con "spendere ciò che rimane dello stipendio". Ringraziami dopo.

- Non dovrai cambiare drasticamente il tuo stile di vita, o rinunciare a dei soldi messi da parte per viaggi, vacanze, educazione, una casa, etc. 

- Date modo al tempo di moltiplicare i vostri soldi tramite l'effetto dell'interesse composto (cioè il reinvestimento continuo degli interessi maturati)

Potreste chiedervi: "Si ok, ma quanto rendimento si può avere investendo in un PAC?"

Ottima domanda, per rispondere eccovi un esempio:
Nella tabella vediamo, da sinistra verso destra (calcoli e fonte: www.thecalculatorsite.com):

Anni - Versamenti annuali - Interessi annuale - Versamenti totale - Interessi totale - Bilancio finale

La tabella è calcolata immaginando di versare 200€ ogni mese e ipotizzando un tasso di rendimento annuo del 7%.

Investendo sapendo ciò che si fa, questo rendimento medio è non solo realizzabile nel lungo periodo, ma è anche una stima semi-pessimistica di ciò che si può ottenere. 

Per farla semplice, dopo 30 anni, il vostro investimento maturerà ogni anno circa 16.000€ sul vostro conto, soldi che potrete usare a vostro piacimento, per pagarvi viaggi, spese per i vostri figli o sfizi. 

Oppure, se dopo 30 anni non siete ancora in pensione, potreste tenere i soldi per altri 10 anni nel conto e beneficiare ancora dell'interesse composto: 
Ora state andando in pensione e, considerando sempre lo stesso esempio, avrete 35.000€ in più ogni anno da spendere per voi, addizionati a pensione, liquidazione e qualsiasi altra rendita che già percepite. 

Ovviamente, l'esempio non tiene in conto di molti elementi ed è una voluta semplificazione a fini di esempio. 

Per realizzare un rendimento positivo e stabile negli anni, dovete capire dove investire, quanto spendete in commissioni, che broker usare, quanto diversificare, etc. Insomma, dovete necessariamente avere consapevolezza di ciò che fate.


COME INIZIARE

Come consiglio sempre: non investite in ciò che non capite e non delegate la gestione dei vostri soldi senza avere consapevolezza di dove andranno a finire. 

Investite il vostro tempo per educarvi prima di fare qualsiasi altra cosa. 

Poi, iniziate il prima possibile. Definite ciò che volete, create una strategia e date la possibilità al tempo di moltiplicare esponenzialmente i vostri soldi.

Cioè, lasciate che l’interesse composto faccia il suo effetto.

Albert Einstein battezzò questo fenomeno (l’interesse composto) come “l’ottava meraviglia del mondo”, e aveva ragione. 

Quindi, non aspettate di “avere tanti soldi” per investire, perché semplicemente non li avrete mai, li spenderete e non sarete mai pronti. 

Iniziate il prima possibile, più siete giovani, più il tempo può moltiplicare esponenzialmente i vostri soldi.

Ora, se non sapete dove iniziare e come velocizzare il processo di apprendimento, noi di M&A possiamo aiutarvi.

 Il nostro programma, basato sui tuoi obiettivi e la tua situazione finanziaria attuale, ti prende ti accompagna passo per passo verso il tuo primo investimento, così da iniziare ad investire con successo in meno di 6 settimane.

Cliccate qui sotto per avere accesso a un video-training gratuito in cui si parla esattamente di questo.

Ci vediamo dentro!
FB Comments Will Be Here (placeholder)
Luigi Matarazzo
Luigi è un financial coach specializzato in materia di investimenti. Lavora con chiunque decida seriamente di cambiare la propria situazione economica ed ottenere libertà finanziaria. La sua mission è insegnare l'importanza di una corretta gestione del denaro ai propri clienti e supportarli nella realizzazione dei propri obiettivi nel lungo periodo.
©2019 mataandassociates.com